Arte a Cagliari

La Cittadella dei musei è un ampio e suggestivo spazio collocato alla sommità del colle del Castello, sede dei principali musei cagliaritani. Nella Pinacoteca Nazionale sarà possibile ammirare  i “Retabli” di epoca quattrocentesca, ossia pale d’altare di grandi dimensioni, incorniciate, con dipinti spesso alternati a rilievi, oltre a dipinti che vanno dal XVII al XX secolo di varie scuole artistiche italiane e vari oggetti di valore artistico.

Nel Museo d’Arte Siamese, ci si troverà davanti ad una stupefacente esposizione, superiore a qualsiasi altra raccolta museale italiana, di oggetti artistici ed etnologici provenienti dall’area geografica asiatica.

Nel Museo Archeologico Nazionale si potranno osservare su quattro livelli espositivi gli oggetti della ricchissima collezione, ordinati dalla preistoria all’Alto Medioevo e provenienti in gran parte da scavi compiuti nell’isola.

Un’altra tappa importante nella scoperta dell’arte a Cagliari è costituita dalla Galleria Comunale d’Arte, che ha sede in una costruzione di stile neoclassico presso i Giardini Pubblici ed ospita la Collezione d’Arte Francesco Ingrao. Si tratta di una raccolta di 650 opere che appartengono ad un arco temporale che va dalla metà dell’800 sino agli anni ’80 del ventesimo secolo. Esse rappresentano un patrimonio artistico di valore nazionale che vanta la firma dei più grandi artisti italiani del novecento.

Nell’Ex Seminario Tridentino, a fianco al Rettorato, è invece custodita la Collezione di Luigi Piloni che è costituita dalle numerose opere artistiche e artigianali sarde che il ricercatore raccolse dopo anni di appassionata ricerca, donandole, nel 1981, all’Università di Cagliari.

Il Museo del Tesoro di Sant’Eulalia ospita numerosi argenti facenti parte di un ricco corredo liturgico oltre che un gran numero di statue lignee (XVI/XVII sec.), di paramenti sacri, pinete e piviali, riccamente ricamati e opere pittoriche.

Questi sono solo alcuni dei luoghi che arricchiscono la città di Cagliari di arte e cultura e che non potranno non emozionare ed affascinare il turista che vi si avvicina.